Legno vero, legno finto: il rovere antico batte la carta

Legno vero, legno finto: il rovere antico batte la carta

Il legno è un prodotto della natura ed è normale che abbia nodi, irregolarità e difetti che derivano dal fatto d’essere stato materia vivente, esposta al freddo, al vento alle ingiurie del tempo. Ogni legno porta con sé la propria storia che restituisce attraverso l’emozione suscitata dall’aspetto dei manufatti con esso realizzati. 

Non esiste il legno perfetto, ogni tronco, ogni taglio è unico – afferma Alberto Seralvo –. I veri estimatori del legno oggi ricercano eapprezzano i tagli con irregolarità che rendono uniche le realizzazioni piuttosto che quelli con l’aspetto più uniforme”. Questo è vero in particolare per il rovere, un legno che un tempo era ricercato per l’aspetto rigato regolare, mentre oggi è preferito con disegni fiammati e proveniente da vecchie travi. 

Cosa ha fatto cambiare le preferenze“E’ a mio avviso un effetto della diffusione delle imitazioni del legno – spiega Seralvo –Imitazioni fatte apponendo stampe in carta che riproducono l’aspetto superficiale di un legno pregiato su supporti artificiali di bassa qualitàFoto uguali e ripetute di una stessa essenza che consentono all’industria di offrire prodotti a basso costoidentici tra loro e con le immagini su catalogoProdotti che molto spesso acquistati dal consumatore senza la consapevolezza di comprare legno finto. 

L’unicità delle realizzazioni in legno vero è lcaratteristica sulla quale hanno puntato mobilieri come Riva 1920 e Valcucine: “Società che nel tempo sono riuscire a fare apprezzare dei prodotti che non sono mai uguali tra loro, come non lo è non lo potrà mai essere il legno di partenza e di aver comunicato il fatto che il legno cosi inteso è unico e non ripetibile e quindi prezioso” precisa Seralvo. 

Per chi non sia del mestiere spieghiamo che quando si parla di porte, boiserie, mobili o parquet in legno vero non significa che l’intermanufatto debba per forza essere dellstessa essenza, ossia in massello. Il massello tende a deformarsi con le variazioni di umidità e di temperatura, per questo in molte realizzazioni s’impiega il piallaccioossia legno in strati di pochi millimetri applicato su supporti in grado di garantire la stabilità e l’elasticità richiesti. 

Il legno di rovere antico (da travi) è oggi tra le 170 essenze disponibili nel magazzino Seralvo, sia come tavole sia come piallacci. 

No Comments

Post A Comment